DEAFctory

5.000 Interpreti di Lingua dei Segni per il Perù

Malena Pineda, a capo del Programma per la difesa e la promozione dei diritti delle persone Sorde del Perù, ha dichiarato pubblicamente che 

la comunità dei Sordi non può continuare ad essere esclusa a causa della mancanza di interpreti della lingua dei segni, ad esempio nei casi Covid che non possono accedere ai servizi sanitari a causa di barriere comunicative ”.

Nel 2015 in base ad una stima territoriale si potevano contare 23 interpreti di LSP per oltre 530.000 sordi e il presidente della Commissione per l’inclusione sociale e le persone con disabilità aveva dichiarato che si sarebbe occupato di ridistribuire il bilancio al fine di creare figure professionali atte all’interpretazione per abbattere le barriere della comunicazione.


Blog de la Defensoría del Pueblo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn