DEAFctory

Decreto sostegni bis

Non credo che si possa considerare una concessione di cortesia. E’ un nostro diritto. Comunque un sentito ringraziamento per chi ha reso possibile un passo fondamentale verso la piena inclusione . Rimaniamo in attesa della formalizzazione dell’intero testo di legge.

C’ è un emendamento per il riconoscimento della Lingua dei Segni Italiana e l’inclusione delle persone con disabilità uditiva nel Decreto Sostegni bis . È atteso per domani 5 maggio, nell’Aula del Senato il ddl n. 2144.

L’emendamento definirà la formazione alle professioni e riconoscerà le figure dell’interprete LIS e dell’interprete LIST quali professionisti specializzati nella traduzione e interpretazione rispettivamente della LIS e della Lingua dei Segni Italiana Tattile per favorire l’accessibilità dei servizi, nelle pubbliche amministrazioni, l’inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva.

ll Ministro per le disabilità, Erika Stefani in una nota, ha annunciato

«Per l’inclusione delle persone sorde e con ipoacusia è stato approvato un importante emendamento: verranno maggiormente promossi servizi di sottotitolazione e interpretariato al fine di rimuovere ogni forma di barriera alla comunicazione. Con questo emendamento il nostro Paese riconosce anche la Lingua dei Segni Italiana e la Lingua dei Segni Italiana Tattile, allineandosi con il resto di Europa, obbiettivo che era stato preannunciato dalla ministra della Disabilità Erika Stefani, in un post sui social dove confermava l’interesse di portare avanti un disegno di legge in materia.»,

https://www.facebook.com/ErikaStefani1971/

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn