DEAFctory

La Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

Articolo 1. Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti e, dotati come sono di ragione e coscienza, devono comportarsi fraternamente gli uni con gli altri.

Articolo 2. Ognuno ha tutti i diritti e le libertà proclamati in questa Dichiarazione, senza alcuna distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica o di qualsiasi altra natura, origine nazionale o sociale, posizione economica, nascita o qualsiasi altra condizione. Inoltre, non sarà fatta alcuna distinzione in base alla condizione politica, legale o internazionale del paese o territorio dalla cui giurisdizione dipende una persona, sia che si tratti di un paese indipendente, o di un territorio sotto amministrazione fiduciaria, non autonomo o soggetto a nessun altro limitazione della sovranità.

Articolo 3. Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della sua persona.

Articolo 4. Nessuno sarà soggetto a schiavitù o servitù, la schiavitù e la tratta degli schiavi sono proibite in tutte le loro forme.

Articolo 5. Nessuno potrà essere sottoposto a tortura oa trattamenti o punizioni crudeli, inumani o degradanti.

Articolo 6. Ogni essere umano ha diritto, ovunque, al riconoscimento della propria personalità giuridica.

Articolo 7. Tutti sono uguali davanti alla legge e hanno diritto, indistintamente, a un’eguale tutela da parte della legge. Ogni individuo ha diritto a pari protezione contro ogni discriminazione che viola la presente Dichiarazione e contro ogni incitamento a tale discriminazione.

Articolo 8. Ogni persona ha diritto a un ricorso effettivo dinanzi ai tribunali nazionali competenti, che la tuteli contro atti che violano i suoi diritti fondamentali riconosciuti dalla costituzione o dalla legge.

Articolo 9. Nessuno potrà essere sottoposto ad arresto, detenzione o esilio arbitrario.

Articolo 10. Ogni persona ha il diritto, in condizioni di piena uguaglianza, di essere ascoltata pubblicamente ed equamente da un tribunale indipendente e imparziale, per la determinazione dei suoi diritti e doveri o per l’esame di qualsiasi accusa contro di lui in materia penale.

Articolo 11. 1. Ogni persona accusata di un reato ha diritto ad essere presunta innocente fino a prova contraria, a norma di legge e in un processo pubblico in cui siano state assicurate tutte le garanzie necessarie alla sua difesa. 2. Nessuno può essere condannato per atti od omissioni che al momento della loro commissione non erano criminali secondo il diritto nazionale o internazionale. Né sarà inflitta una pena più grave di quella applicabile al momento della commissione del reato.

Articolo 12. Nessuno potrà essere oggetto di interferenze arbitrarie con la sua vita privata, la sua famiglia, la sua casa o la sua corrispondenza, né di attacchi al suo onore o alla sua reputazione. Ogni individuo ha diritto alla protezione della legge contro tali interferenze o attacchi.

Articolo 13. 1. Ogni persona ha diritto di circolare liberamente e di scegliere la propria residenza nel territorio di uno Stato. 2. Ognuno ha il diritto di lasciare qualsiasi paese, compreso il proprio, e di tornare nel proprio paese.

Articolo 14. 1. In caso di persecuzione, tutti hanno il diritto di chiedere asilo e di goderne, in qualsiasi paese. 2. Questo diritto non può essere invocato contro un’azione legale realmente originata da crimini comuni o da atti contrari ai fini e ai principi delle Nazioni Unite.

Articolo 15. 1. Ogni individuo ha diritto ad una nazionalità. 2. Nessuno può essere arbitrariamente privato della propria nazionalità o del diritto di cambiare nazionalità.

Articolo 16. 1. Uomini e donne, dall’età del matrimonio, hanno il diritto, senza alcuna restrizione per motivi di razza, nazionalità o religione, di sposarsi e fondare una famiglia, e godono di uguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e in caso di scioglimento del matrimonio. 2. Solo con il libero e pieno consenso dei futuri sposi si può contrarre un matrimonio. 3. La famiglia è l’elemento naturale e fondamentale della società e ha diritto alla protezione della società e dello Stato.

Articolo 17. 1. Ogni individuo ha diritto alla proprietà, individualmente e collettivamente. 2. Nessuno può essere arbitrariamente privato della sua proprietà.

Articolo 18. Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, coscienza e religione; Questo diritto include la libertà di cambiare la propria religione o credo, così come la libertà di manifestare la propria religione o credo, individualmente e collettivamente, sia in pubblico che in privato, attraverso l’insegnamento, la pratica, il culto e l’osservanza.

Articolo 19. Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione; Questo diritto include il diritto a non essere disturbato a causa delle loro opinioni, a indagare e ricevere informazioni e opinioni e a diffonderle, senza limiti di confine, con qualsiasi mezzo di espressione.

Articolo 20 1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e associazione pacifica. 2. Nessuno può essere costretto a far parte di un’associazione.

Articolo 21. 1. Ogni persona ha il diritto di partecipare al governo del proprio paese, direttamente o tramite rappresentanti scelti liberamente. 2. Ogni individuo ha il diritto di accedere, a condizioni di parità, al servizio pubblico nel proprio paese. 3. La volontà del popolo è la base dell’autorità del potere pubblico; Ciò si esprimerà attraverso elezioni autentiche che si terranno periodicamente, a suffragio universale ed egualitario, a scrutinio segreto o altra procedura equivalente che garantisca la libertà di voto.

Articolo 22. Ogni persona, in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale, e di ottenere, attraverso gli sforzi nazionali e la cooperazione internazionale, tenendo conto dell’organizzazione e delle risorse di ciascuno Stato, la soddisfazione dei diritti economici, sociali e culturali, indispensabili. alla loro dignità e al libero sviluppo della loro personalità.

Articolo 23. 1. Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta del lavoro, a condizioni di lavoro giuste e favorevoli e alla protezione contro la disoccupazione. 2. Ognuno ha diritto, senza alcuna discriminazione, alla parità di retribuzione per lo stesso lavoro. 3. Ogni persona che lavora ha diritto a una remunerazione equa e soddisfacente, che gli assicuri, così come la sua famiglia, un’esistenza conforme alla dignità umana e che sarà integrata, se necessario, da qualsiasi altro mezzo di protezione sociale. 4. Ogni individuo ha il diritto di fondare sindacati e di organizzarsi per la difesa dei propri interessi.

Articolo 24. Ogni individuo ha diritto al riposo, al tempo libero, ad una ragionevole limitazione della durata del lavoro ea periodiche ferie retribuite.

Articolo 25. 1. Ogni individuo ha diritto a un tenore di vita adeguato che gli assicuri, oltre alla sua famiglia, salute e benessere, e soprattutto cibo, vestiario, alloggio, assistenza medica e servizi sociali necessari; Hai anche diritto all’assicurazione in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o altri casi di perdita dei tuoi mezzi di sussistenza a causa di circostanze indipendenti dalla tua volontà. 2. La maternità e l’infanzia hanno diritto a cure e assistenza speciali. Tutti i bambini, nati in matrimonio o fuori dal matrimonio, hanno diritto a una uguale protezione sociale.

Articolo 26 1. Ogni individuo ha diritto all’istruzione. L’istruzione deve essere gratuita, almeno per quanto riguarda l’istruzione elementare e fondamentale. L’istruzione elementare sarà obbligatoria. L’istruzione tecnica e professionale deve essere generalizzata; L’accesso all’istruzione superiore sarà lo stesso per tutti, a seconda dei rispettivi meriti. 2. L’istruzione ha come obiettivo il pieno sviluppo della personalità umana e il rafforzamento del rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali; promuoverà la comprensione, la tolleranza e l’amicizia tra tutte le nazioni e tutti i gruppi etnici o religiosi e promuoverà lo sviluppo delle attività di mantenimento della pace delle Nazioni Unite. 3. I genitori avranno il diritto preferenziale di scegliere il tipo di istruzione da impartire ai propri figli.

Articolo 27. 1. Ogni individuo ha il diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai benefici che ne derivano. 2. Ogni persona ha diritto alla tutela degli interessi morali e materiali che gli corrispondono in ragione delle produzioni scientifiche, letterarie o artistiche di cui è autore.

Articolo 28. Ogni individuo ha diritto alla creazione di un ordine sociale e internazionale in cui i diritti e le libertà proclamati in questa Dichiarazione siano pienamente realizzati.

Articolo 29 1. Ogni persona ha dei doveri verso la comunità, poiché solo in essa può sviluppare liberamente e pienamente la sua personalità. 2. Nell’esercizio dei propri diritti e nel godimento delle proprie libertà, ogni persona sarà soggetta esclusivamente alle limitazioni stabilite dalla legge al solo scopo di assicurare il riconoscimento e il rispetto dei diritti e delle libertà altrui e di soddisfare le giuste richieste di moralità, ordine pubblico e benessere generale in una società democratica. 3. Questi diritti e queste libertà non possono, in ogni caso, essere esercitati in contrasto con gli scopi e i principi delle Nazioni Unite.

Articolo 30. Nulla in questa Dichiarazione può essere interpretato nel senso che conferisce un diritto allo Stato, a un gruppo o a una persona, di intraprendere e sviluppare attività o compiere atti volti alla soppressione di uno qualsiasi dei diritti e delle libertà proclamati in questa Dichiarazione. .

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn