Talent
Social
Video
Docum..
Culture
Blogger

DEAFctory

Tutto il DEAFweb in un click - Comunità Sorda, lingue dei segni, identità e cultura Sorda.

La svolta oralista

Il 1880 è una pietra miliare nella storia dei sordi, infatti, in quella data, in occasione del Congresso di Milano, ci fu la svolta rigidamente oralista che proibiva nelle varie classi l’uso della LIS, da sempre riconosciuta come  lingua madre dei sordi, alla stessa stregua della lingua parlata .

Fu infatti approvata una risoluzione che esaltava la lingua orale e che bandiva la lingua dei segni.

Il Congresso era stato concepito e condotto ad hoc, come un raduno di oppositori della lingua dei segni , infatti, 7/8 di questi erano oralisti. I rappresentanti Ufficiali del Congresso furono selezionati accuratamente per assicurare , la vittoria del metodo orale.

A riprova dell’intenzionalità del Congresso, un delegato inglese scrisse da Milano: “La vittoria della parola era in gran misura stabilita ancora prima che il Congresso cominciasse”.

Dopo il Congresso la lingua dei segni venne bandita dall’insegnamento e con essa sparirono anche gli insegnanti sordi negli Istituti.

Continua

 

 

* Il metodo usato da (foto) Silvestri prevedeva l’uso dei segni, della scrittura e della parola per istruire i sordi ed insegnar loro a parlare.

Grazie all’amico Pasquale Di Pietro nel 1783 andò a Parigi per portare in Italia il metodo de l’Épée dell’insegnamento ai Sordi.

http://www.storiadeisordi.it/2012/10/23/il-congresso-di-milano-del-1880/