Talent
Social
Video
Docum..
Culture
Blogger

DEAFctory

Tutto il DEAFweb in un click - Comunità Sorda, lingue dei segni, identità e cultura Sorda.

IL BLOG DI EMANUELA ALBERINI ROTA

Un caffè

Quando sono a casa, un salto dalla mia vicina di casa novantacinquenne lo faccio. Una nonna sprint e in gran forma per la sua età. Oggi, aiutandosi con il segno adeguato mi dice “Emanuela ti faccio un caffè” . Non aspetta neanche che le risponda che già sta preparando la macchinetta. Probabilmente sta anche parlando, dicendomi qualcosa che io non sento e non posso leggere sulle sue labbra perché mi volta le spalle.

Sa che sono sorda e ma quando è presa dalle sue cose, tralascia i particolari, se lo scorda. Anche oggi mi ripete che è diventata sorda anche lei come me e che devo insegnarle la lingua dei segni, così almeno il telegiornale in lingua dei segni lo può seguire. “Certo, dura solo 5 minuti ma  “piutost che nient l’è mej piutost“, tradotto in italiano, ” piuttosto che niente è meglio piuttosto”. A volte è meglio accontentarsi di quello che ci viene dato perché è sempre meglio che l’ avere niente.

Non condivido pienamente quello che dice ma non ne parlo con lei. E’ una donna d’altri tempi che ha vissuto la guerra e gli stenti che ha portato. Posso capirla. “Ieri è venuta a trovarmi mia figlia e le ho preparato un roastbeef. Te ne abbiamo conservato una porzione. ” Sapeva che oggi non sarei andata dai miei a pranzo, “Almeno mangi qualcosa che non sia contenuta in una scatola, già pronta e che devi soltanto scaldare”.

“Hai una moka?”

Arrossisco e non dico nulla .

Ho una Nespresso.

ALTRI ARTICOLI - EMANUELA ALBERINI ROTA

Visitato per voi

SignLanguageForum è una Community frequentata da studenti di ASL Lingua dei Segni Americana di tutti i livelli e “segnanti” (non si fa mai riferimento a

From Maria – Mobile Film Festival

Prix de l’Extra-Court 2020 Extra Court Award 2020 Directed by: Ana Moreira Country: Portugal “From Maria”, è una lettera dei giovani alle generazioni future sul

Assunta

E un giorno decisero di stravolgere il mio vocabolario: lo spazzino si sarebbe chiamato operatore ecologico, la bidella si sarebbe chiamata collaboratrice scolastica e la

Spider Gwen – Spider woman

“Amo i super_eroi e ancora di più le super_eroine . Vorrei essere una di loro, e la sordità non sarebbe un’ostacolo ma, al contrario, sarebbe

Guide turistiche e operatori sordi

Kiasso si occupa della formazione professionale di persone sorde interessate a diventare professionisti del turismo realizzando un duplice obiettivo di accessibilità per i sordi: conoscenza

Leggi Tutto