DEAFctory

La lingua dei segni nell’assistenza sanitaria di base

Recebido: 19.03.2017

Aceito: 07.11.2018

Quale sarebbe la percezione dei sordi riguardo alla comunicazione nell’assistenza sanitaria di base?

A rispondere è uno studio di Alane Santana Santos e Arlindo José Freire Portes fatto nel 2019 somministrando questionari con domande quantitative e qualitative a Rio de Janeiro a 121 adulti sordi.  I dati delle domande aperte sono stati analizzati attraverso l’analisi del contenuto.

La mancanza di interpreti e il mancato uso della lingua dei segni brasiliana da parte degli operatori  sanitari, sono stati considerati  come le principali barriere comunicative. A sua volta, la presenza di accompagnatori (73%) e l’uso di mimo / gesti (68%) sono state tra le strategie più utilizzate dai sordi. 

La maggior parte delle persone sorde ha riportato insicurezza nelle consultazioni e coloro che hanno compreso meglio la diagnosi e la terapia sono stati i sordi bilingue e i sordi oralisti .

La lingua dei segni è stata assolutamente trascurata

ARTICOLO ORIGINALE

Percepções de sujeitos surdos sobre a comunicação na Atenção Básica à Saúde

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn