DEAFctory

Rikki Pointer

 

In Italia non è molto conosciuta ma in USA è una star del WEB. E’ un’attivista 29venne e  una   Youtuber (il canale conta intorno i 90.000 iscritti).     Sul suo canale YouTube, Rikki Poynter, presenta video su problematiche inerenti  la sordità e l’inclusione sociale.

Ha lanciato nel 2016 il #nomorecraptions per diffondere la consapevolezza dell’importanza dei sottotitoli, evidenziando la scorrettezza di quelli automatici su youtube e soprattutto per far comprendere quanto siano importanti per l’integrazione dei sordi  . Con il suo video, Shit Hearing People Say (cose da non dite ai sordi e ai duri d’orecchie) ha ottenuto oltre mezzo milione di visualizzazioni.

Da piccola le è stata diagnosticata la sordità ma è stata  educata all’oralismo anche se non ha mai portato le protesi acustiche. Suo padre non ha mai accettato che lei utilizzasse la lingua dei segni. Non ha voluto che lei imparasse l’ASL. Nonostante le opposizioni familiari ha studiato la lingua dei segni americana (ASL.) ed è membro attivo della comunità dei sordi.

E’ sostenitrice della lotta contro l’abuso sui minori e sui malati mentali.

http://www.rikkipoynter.com/youtube