DEAFctory

Rose e Giovanni sempre più vicini alla vittoria

La scorsa settimana, senza musica, Rose Ayling-Ellis and Giovanni Pernice hanno ballato su un brano di Clean Bandit e Zara Larsson: Symphony. A metà (1min 24sec) del brano, Ayling-Ellis copre le orecchie del suo partner per non far “sentire più la musica” neanche a lui (si ricorda che la concorrente di Strictly è sorda), così la musica scompare e i due ballerini continuano a ballare nel silenzio , trasmettendo un’emozione unica, partecipando il pubblico udente all’esperienza che la comunità sorda vive giornalmente dove la comunicazione è fatta da forme e colori in movimento.

Last week, without music, Rose Ayling-Ellis and Giovanni Pernice danced to a song by Clean Bandit and Zara Larsson: Symphony. In the middle (1min 24sec) of the song, Ayling-Ellis covers the ears of her partner so as not to let him “hear the music anymore” (remember that the Strictly contestant is deaf), so the music disappears and the two dancers continue to dance in silence, transmitting a unique emotion, participating the hearing public in the experience that the deaf community lives daily where communication is made up of moving shapes and colors.

Rose ha accompagnato per mano Giovanni nel suo mondo senza alcun suono ma, allo stesso modo e come prima, con grazia e gioia.

Rose accompanied Giovanni by the hand into his world without any sound but, in the same way and as before, with grace and joy.

La visibilità di Rose Ayling-Ellis (e della lingua dei segni BSL) nello show televisivo che le ricerche sul web per la lingua dei segni sono aumentate del 488% e il sito Web British Sign Language Courses ha registrato un aumento del 2,844% delle iscrizioni per le prove gratuite dei loro programmi di formazione il giorno successivo alla trasmissione.

“Rose Ayling-Ellis (and BSL Sign Language) visibility on the TV show that web searches for sign language increased by 488% and the British Sign Language Courses website recorded a 2.844% increase in sign up for free trials of their training programs the day after the broadcast. “

https://www.theguardian.com