DEAFctory

IL BLOG DI EMANUELA ALBERINI ROTA

Gourmet

In qualche modo mi dovrò pur nutrire. Non è facile assecondare i miei desideri quando devo soddisfare il capriccio del momento. Non so cucinare e non ne faccio mistero . Le mie voglie da gestante includono pietanze da menù di ristoranti stellati di chef noti a tutti: da Iginio Massari a Giancarlo Perbellini; da Berton ad Andrea Migliaccio che presentano piatti dai nomi più eventuali che vari come i Tagliolini al limone con burrata, asparagi di mare, foglia di ostrica e gamberi rossi e Nocetta d’agnello con friggitelli, ricotta e salsa alle erbe, accompagnati dall’acqua giusta che deve rispondere ad esigenze gustative particolari.

Sticazzi. Piatti proprio non per tutti! Io non so neanche cosa siano alcuni ingredienti. A proposito di pranzo luculliano, una mia amica ha vinto un premio singolare: “Un appuntamento in videochat con uno chef che l’avrebbe seguita nella realizzazione della ricetta stellata”. Non capita tutti i giorni e soprattutto a una persona sorda. Per l’occasione aveva invitato a casa il pubblico: i suoi genitori, e genitori del marito, fratelli e cognati , colleghi, amici sordi e una interprete LIS per tradurre in simultanea il gran cuoco e per dare voce ai segni. E naturalmente telecamere per registrazioni che si possono trovare tutt’ora su youtube. La casa della mia amica era diventato uno studio televisivo.

Che dire, quando si presenta il bisogno, mi accontento del supermercato vicino casa, un Gourmet, una boutique del cibo a buon mercato rispetto ad un ristorante stellato .

ALTRI ARTICOLI - EMANUELA ALBERINI ROTA

A sera

Sono una single in carriera, una massaia imperfetta, una donna che ha tutto da fare,  tranne che cucinare. Il supermercato non è il mio regno.

Leggere il pensiero

“Hai frainteso i miei segni” capita di dirlo anche in lingua Italiana? Eh già, le incomprensioni spesso avvengono perchè manca la volontà di andare oltre

I miei affetti

Cerco di non mostrare mai la parte più fragile, dolce, e femminile di me. Sono la donna che non chiede mai. Quella che va diretta all’obiettivo

Ero una Pirate Deaf

Ho vissuto nell’illecito  sottraendo dal web i  file .srt. Quando i film sottotitolati si potevano contare sulla punta delle dita; quando le serie TV Americane

Francesco D’amico

Venerdi del Pendola   Durante un’incontro organizzato dalla ONLUS MPDF (Mason Perkins Deafness Fund)), “I limiti non mi spaventano“, Francesco D’amico, Sordo, attore professionista diplomato

Leggi Tutto