DEAFctory

Sordo alla guida di un bus in Giappone.

La legge giapponese sui trasporti  vietava  alle persone Sorde, come Matsuyama, di avere  una patente di guida di classe due, necessaria per condurre veicoli  che trasportano passeggeri come autobus o taxi.

Questa legge è stata modificata, facendo si,  che  Matsuyama conquistasse il diritto legale di diventare autista di autobus, a condizione di indossare un apparecchio acustico (con il quale sente solo parzialmente i rumori essendo un sordo grave dalla nascita).

Matasuyama aveva lavorato per anni come autista di consegne  e nel 2016 decise di richiedere una patente guida veicoli per passeggeri (classe 2). dimostrando che durante la sua carriera lavorativa non aveva mai commesso incidenti e infrazioni, e soprattutto avendo caparbietà di raggiungere il suo obbiettivo. Oggi Matsuyama  lavora per Tokyo Bus Group portando per le strade  di Tokio i suoi passeggeri.

“In Giappone, c’è ancora pregiudizio nei confronti dei disabili o di una certa immagine che i sordi sono inaffidabili anche per il lavoro nei bar o nei ristoranti di ramen”, afferma.